Condizionalità? Ma che mai significa?

L’articolo è un divertissement, un pezzo ironico e scherzoso e perciò scritto in latino (da cui deriva almeno il 50% del lessico inglese), spesso leggero, per stigmatizzare la mania esterofila o la manchevole conoscenza della nostra lingua. Vuole prendere in giro bonariamente l’utilizzazione del vocabolo condizionalità, uscito agli onori della cronaca per essere usato impropriamente o almeno inutilmente a proposito delle trattative sul famigerato Mes e su altri strumenti di intervento economico della Comunità europea.

Giovedì 23 aprile dalle ore 15:00 alle ore 17:00 gli studenti della VA    parteciperanno alla videoconferenza in merito alla partecipazione al progetto Euporia dell’Universitá di Pisa, CNR-ILC e Venice centre for Digital and Public Humanities dell’Università Ca’ Foscari di Venezia. I nostri alunni relazioneranno sul lavoro di traduzione e annotazione della Parodos dei Persiani di Eschilo. All’incontro parteciperanno anche docenti e studenti del liceo classico Galilei di Pisa.

In allegato la scheda di partecipazione

 

Link al bando del Certamen Mutycense editio X

https://www.galileicampailla.edu.it/index.php/certamen/608-bando-certamen-mutycense-editio-x-2020

Allegati:
Scarica questo file (CERTAMEN 2019.2020.pdf)CERTAMEN 2019.2020.pdf[ ]341 kB

Conferenza: "Il Latino oggi"

Il latino, l’importanza della sua conoscenza  oggi, il valore delle traduzioni, i nuovi metodi per l’apprendimento del latino come del greco. Sono i temi di cui ha parlato martedi scorso il docente dell’Università di Oxford, Nicola Gardini agli studenti del Liceo Tommaso Gargallo. Un incontro particolarmente partecipato, che si è svolto nell’aula Pirandello della scuola, trasmesso anche in diretta sui social network. Gardini è docente di Letteratura Italiana e Comparata.

L’incontro, organizzato dal dipartimento di lettere del Liceo, si è svolto nella forma di una conversazione guidata sui contenuti del libro Viva il latino Storie e bellezza di una lingua inutile, edito da Garzanti, saggio che ha riscosso un grande successo a livello nazionale ed è stato tradotto in molte lingue. Durante l’incontro, moderato dalle docenti Rossella Romeo e Marilena Crucitti, Nicola Gardini ha esaltato il latino come un dono inestimabile offertoci dai nostri antenati, definito “il più vistoso monumento alla civiltà della parola umana e alla fede nelle possibilità del linguaggio”.Infine, spazio alle domande degli studenti.